Emanato il decreto che detta le disposizioni applicative per l’attribuzione del credito d’imposta - Al via la compilazione delle domande per le spese sostenute nel corso del 2014

E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 138 del 17 giugno 2015, il Decreto 7 maggio 2015, recante “Disposizioni applicative per l'attribuzione del credito d'imposta alle strutture ricettive turistico-alberghiere”.

Il decreto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo individua le necessarie disposizioni applicative per l'attribuzione del credito di imposta alle strutture ricettive turistico-alberghiere, con riferimento, in particolare:

a) alle tipologie di strutture alberghiere ammesse al credito d'imposta, alle tipologie di interventi ammessi al beneficio, alle soglie massime di spesa eleggibile, nonchè ai criteri di verifica e accertamento dell'effettività delle spese sostenute;

b) alle procedure per l'ammissione delle spese al credito d'imposta, e per il suo riconoscimento e utilizzo;

c) alle procedure di recupero nei casi di utilizzo illegittimo del credito d'imposta medesimo;

d) alle modalità per garantire il rispetto del limite massimo di spesa.

In particolare, nel decreto vengono definiti:

a) le tipologie di soggetti e gli interventi ammissibili al credito d'imposta (art. 2),

b) le agevolazioni concedibili (art. 3),

c) le spese eleggibili al credito d’imposta (art. 4),

d) la procedura di accesso, il riconoscimento e l’utilizzo del credito d'imposta (art. 5),

e) i limiti complessivi di spesa e relativo rispetto (art. 6),

f) le cause di revoca del credito d'imposta (art. 7),

g) i controlli ed eventuali procedure di recupero del credito d'imposta illegittimamente fruito (art. 8).

Nell’Allegato al decreto viene riportata la documentazione amministrativa e tecnica da allegare all'istanza di credito d'imposta.

Entro sessanta giorni dall'entrata in vigore del decreto 7 maggio 2015 dovranno essere definite le modalità telematiche per la presentazione al Ministero della domanda per il riconoscimento del credito d’imposta.

Per le spese sostenute nell'anno 2014, la domanda dovrà essere presentata entro sessanta giorni  dalla definizione delle  predette modalità telematiche.

Dall’anno di spesa 2015, la presentazione della domanda dovrà, invece, avvenire nel periodo che va dal 1° gennaio al 28 febbraiodell'anno successivo a quello di effettuazione delle spese.

Uno dei presupposti per ottenere il credito previsto dall’ articolo 9 del D.L. n. 83/2014, convertito dalla L. n. 106/2014 (c.d. “Art-bonus”), è l’esistenza in vita delle imprese alberghiere alla data del 1° gennaio 2012. Esso sarà attribuito nella misura del 30% per le spese sostenute dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016 relative a:

- interventi di ristrutturazione edilizia,

- interventi di eliminazione delle barriere architettoniche,

- incremento dell'efficienza energetica,

- spese per l'acquisto di mobili e componenti d'arredo.

Ricordiamo che, per le spese sostenute nel corso del 2014le domande relative al credito d’imposta per la digitalizzazione delle strutture alberghiere e ricettive, agenzie di viaggio e tour operator potranno essere presentate a decorrere dalle ore 10:00 de 22 giugno 2015 fino alle ore 12:00 del 24 luglio 2015.

Le istanze saranno ammesse secondo l’ordine cronologico di presentazione.

Il credito di imposta ottenuto dovrà essere indicato nel modello Unico 2015 e potrà essere utilizzato in compensazione tramite modello F24.